Cannonau

Il Cannonau di Sardegna è il vitigno più famoso dell'isola, da cui prende il nome l'omonimo vino. E' un vitigno a bacca nera, che sembra essere stato piantato in Sardegna addirittura dagli antichi Fenici. Se dai tempi dei Fenici, in Sardegna il Cannonau è stato coltivato e vinificato ogni anno senza tregua, questo vino è davvero la rappresentazione enologica per eccellenza dell'isola sarda.

I terreni dove viene coltivato il vitigno Cannonau sono piuttosto vari, vista l'ampia area dove viene coltivato, da quelli più pianeggianti e vicini al mare fino a quelli su pendii e colline più elevate. I terreni pianeggianti sono di solito più pesanti, con una buona percentuale di sabbia, mentre quelli collinari sono più ricchi e rocciosi.

Il Cannonau presenta spiccate somiglianze con altri vitigni caratteristici di altre zone, come il Tocai Rosso di Barbarano, l'Alicante della Spagna, il famoso Grenache della Francia e la Vernaccia Nera della zona di Serrapetrona. Gli acini del Cannonau sono maturi verso la fine del mese di Settembre, particolarmente carichi di incredibili profumi e sapori. E' un vino rosso fermo, dal colore tipicamente rosso rubino, con qualche sfumatura aranciata solo nei vini più invecchiati. Gli aromi al naso del Cannonau di Sardegna DOC sono tipicamente fruttati intensi, estremamente gradevoli e con qualche nota speziata. Al palato il vino Cannonau risulta secco e con una buona punta di sapidità.

In tavola il Cannonau di Sardegna risulta ben abbinabile con i piatti a base di carne, particolarmente indicato con la carne selvatica, come il maialino o la pecora alla brace. E' un vino rosso Cannonau particolarmente adatto anche ai formaggi, meglio se almeno leggermente stagionati. Il consiglio di Wine Online è quello di gustarlo sotto a una fresca pineta d'estate, oppure nel periodo invernale davanti a un bel caminetto acceso.

Alcuni fra le cantine di Cannonau scelta da Wine Online sono: Quartomoro di Sardegna , Surrau , Vikevike 

In absteigender Reihenfolge

In absteigender Reihenfolge