Birrificio Italiano

Il Birrificio Italiano è uno dei primi birrifici artigianali italiani, nato per voler di Agostino Arioli, che all'epoca della scuola elementare, grazie ad un amico olandese rimase affascinato da questa bevanda color giallo oro che tutti noi conosciamo e amiamo. Il sogno prosegue e sboccia negli anni '80, dove al crescere dei pub nelle provincie, si incominciavano a vedere quelle birre tanto particolari per l'epoca, tutte birre estere, dal gusto molto diverso dalle nostre birre classiche Lager nazionali, il palato per cui si amplia e durante il periodo dell'università incominciano i primi esperimenti, la prima cotta è fatta con orzo biologico maltato in casa, lievito del pane e una damigiana, i risultati non sono brillanti, ma non demorde e prosegue con le prove. Il padre mette a contatto il figlio Ago con Gianni Pasa, pioniere della birra italiana, diplomato Bräumeister in Germania ed in forze alla SIB di Aosta, da cui ne trarrà preziosi insegnamenti, a cui si aggiunge Mario, grande amico. Nascono le prime birre, migliorate grazie anche all' eperienza industriale presso la Von Wunster di Comun Nuovo, in provincia di Bergamo, con la stesura di una tesi sperimentale al birrificio Poretti di Induno Olona. Dopo molti viaggi, tra cui a Marghera per caricare i malti, in Germania per stabilimenti a fare pratica, e infine in Canada, dove si fa spazio l’ossessione di un proprio brewpub, che nascerà nel 1996 a Lurago Marinone, tra i primissimi in Italia. Tra alti e bassi dovuti alla difficoltà che tutti i piccoli medi imprenditori possono trovare lungo la strada, il Birrificio Italiano si crea il suo spazio all'interno del mercato grazie soprattutto al rinnovo delle ricette, da cui nascono nuove birre nuove etichette, e il palato della clientela diventa con il passare degli anni più fine, così da poter apprezzare le birre di altissima qualità e gusto proposte dal Birrificio Italiano.

In absteigender Reihenfolge

In absteigender Reihenfolge